Mercoledý, 18 ottobre 2017      

 
 

Home > Libreria> La distruzione creatrice

La distruzione creatrice
Strategie di discontinuità e trasformazione per le imprese che vogliono conservare l'eccellenza

di R.N. Foster, S. Kaplan ETAS LIBRI

 

 

Rovesciando la logica convenzionale, Richard N. Foster e Sarah Kaplan - con quest'opera destinata a scuotere dalle fondamen ta il mondo del business - sfatano il mito secondo cui le grandi aziende costruite per durare possono continuare tranquillamente a eccellere anno dopo anno, e rivelano le strategie della discontinuità e della distruzione creatrice che esse devono adottare per conservare eccellenza e competitività.
In netto contrasto con i "testi sacri" - come In Search of Excellence e Built to Last -, gli autori, attingendo a una ricerca da essi condotta in McKinsey su oltre mille aziende operanti sia nei settori tipici della old economy - come la carta e la chmica - sia in quelli della new economy - come i semiconduttori e il software -, dimostrano che anche le aziende meglio gestite e più ammirate sono incapaci di avere prestazioni migliori del mercato per più di dieci-quindici anni.
Le aziende, infatti, operano secondo filosofie manageriali basate sulla continuità e pertanto, nel lungo termine, non sono in grado di cambiare - o di creare valore - con il ritmo e l'intensità dei mercati. I loro processi di controllo, anche se consentono di sopravvivere nel tempo, fanno perdere di vista la necessità fondamentale del cambiamento. Proponendo un paradigma economico radicalmente nuovo, Foster e Kaplan affermano che le aziende, per tenere il passo dei mercati, non possono limitarsi a migliorare la loro operatività ma devono realmente trasformarsi, proprio come stanno facendo imprese del calibro di General Electric o di Johnson & Johnson. E trasformarsi significac sia essere dinamiche e reattive come il mercato, sia crare nuovi business e adottare processi decisionali, sistemi di controllo e modelli mentali nuovi.

Richard N. Forster è senior partner e consigliere d'amministrazione della McKinsey & Company. Nel 1986, con il bestseller Innovation: The Attacker's Advantage, è entrato nella classifica, stilata dal Wall Street Journal, dei cinque migliori libri di management dell'anno.

Sarah Kaplan , dopo gli studi presso la UCLA e la Johns Hopkins School for Advanced International Studies, ha lavorato per molti anni alla McKinsey, nel campo dell'innovazione e del technology management

HOME