Google

mercoledì, febbraio 15, 2006

BorsaRifiuti.com lancia il servizio di Servizio Trade Alert



Borsarifiuti.com comunica a tutti i suoi iscritti che da questo mese sarà disponibile per tutti gli utenti una versione quindicinale del servizio Trade Alert.

Una mail ogni quindici giorni terrà informati tutti gli operatori del mondo del trattamento, recupero e riciclo dei rifiuti con i nuovi annunci, di domanda e di offerta, pubblicati su Borsarifiuti.com.

Per ricevere anche le informazioni sugli annunci pubblicati sul portale internazionale wastexchange.co.uk richiedete l'iscrizione gratuita al Trade Alert internazionale, vi verrà inviata una mail quindicinale con tutti gli annunci pubblicati su entrambi i portali.

Il servizio Trade Alert riservato agli utenti che hanno sottoscritto un abbonamento avanzato, a differenza di quello quindicinale disponibile atutti, fornisce informazioni in tempo reale sui nuovi annunci pubblicati, permettendo agli abbonati dirispondere tempestivamente.

Ricordiamo agli abbonati che possono personalizzare il servizio Trade Alert, indicando per qua li tipologie merceologiche ricevere gli avvisi, semplicemente accedendo tramite il link MyGarwer. al loro pannello di controllo.


GARWER srl
Sede Centro-Nord:
Via Fanin 48, 40127 Bologna (BO)
Sede Centro-Sud:
SS 17 Km 94,700 – 67035 Pratola Peligna (AQ)

Tel. +39.051.4200322
Fax. +39.051.4200323
web: www.borsarifiuti.com

Ing. Paolo Azzurro
email: paolo.azzurro@borsarifiuti.com
Dr. Mauro Pieri
email: mauro.pieri@borsarifiuti.com

Contratto Metalmeccanici: la Vittoria del No nei Referendum è auspicabile

Aumenta il dissenso nelle fabbriche italiane mentre la Failms ritiene possibile la vittoria del No nei Referendum
In occasione dei referendum che i metalmeccanici terranno nelle fabbriche nei giorni 15, 16 e 17 febbraio in cui esprimeranno il proprio giudizio sul rinnovo del contratto dei metalmeccanici sottoscritto da Fiom, Fim e Uilm e Federmeccanica, la Failms-Cisal ribadisce fortemente il proprio NO e lancia il proprio appello affinchè si proceda al voto in ogni fabbrica in maniera chiara e trasparente.[[ SPEZZA ]]

Il rispetto della democrazia e della volontà dei lavoratori è essenziale e per questo è necessario che il voto avvenga in maniera chiara e trasparente in ogni luogo di lavoro per capire realmente il pensiero dei lavoratori metalmeccanici sull’accordo del 19 Gennaio 2006” afferma Vincenzo Russo, coordinatore per il Sud Italia della Failms-Cisal.

L’accordo sottoscritto è assolutamente negativo per i lavoratori perchè rappresenta un arretramento su tutti i fronti, sia quello salariale che su quello dei diritti” - continua Vincenzo Russo - “basti pensare che i metalmeccanici di 5° livello, con il prolungamento di 6 mesi della vigenza contrattuale, riceveranno mediamente in questi 30 mesi solo 59 euro lordi invece dei 100 euro tanto sbandierati, mentre la stragrande maggioranza dei metalmeccanici posizionati sul 3° livello, riceveranno solo 52 euro lordi sempre nei 30 mesi contrattuali: cifre minime che non garantiscono affatto il recupero del potere d’acquisto e che mortificano ulteriormente le aspettative dei metalmeccanici”.

Inoltre, essendo questo il rinnovo del biennio economico, non si doveva trattare alcun aspetto normativo, invece nemmeno questa regola è stata rispettata infatti, i padroni portano a casa anche l’estensione a tutte le aziende la possibilità di utilizzare l’orario plurisettimanale e con l’ausilio de sindacati, ampliano le regole applicative dell’apprendistato, sia pure con la promessa della conferma del 70% degli apprendisti al termine del periodo(sic).

Per tutti questi motivi la Failms-Cisal rinnova l’invito a tutti i metalmeccanici di votare NO al referendum.

In queste settimane sono molte le voci di protesta che si stanno levando in ogni luogo di lavoro ed all’interno degli stessi sindacati firmatari dell’accordo e per questo la Failms-Cisal ritiene che la vittoria del NO, contro un accordo ingiusto ed irrispettoso della dignità dei lavoratori, possa essere raggiunto.

La parola ora passa ai metalmeccanici.

La Segreteria Nazionale della FAILMS-CISAL
CONTATTI: Vincenzo Russo, Segretario Nazionale Vicario, Tel. 347-3501406
Via Genoveffa de Troia, 35 - 71100 Foggia (Fg)
Tel. 0881.726963 - Fax 0881.726963
SITO WEB: http://www.failms.org/(notizie e comunicati stampa della Failms)
EMAIL: info@failms.org

Boom di imprese Cinesi all’estero: a quota 10.100 le imprese cinesi con presenza internazionale

E’ boom delle società Cinesi Internazionali. Dopo le Grandi imprese cinesi presenti all’estero nei settori della chimica, del petrolio, dell’elettronica, iniziano ad emergere le Medie Impresi cinesi occupate nello shopping in occidente: ad oggi sono 10.100 le Imprese Cinesi che hanno internazionalizzato la propria attività all’estero, investendo 52 miliardi di dollari in termini di investimenti diretti all’estero, anche attraverso la costituzione di embrioni di centri di ricerca ubicati in occidente.

Cresce di pari misura il volume toltale degli scambi cinesi con gli altri paesi, registrando nel solo mese di gennaio un valore record di import-export pari a 118 miliardi di dollari (di cui 35 mld di prodotti high-tech), con una crescita del 25% rispetto al gennaio precedente, e punte record nel settore high-tech con scambi in crescita del 32% rispetto al gennaio 2005.

Tale record è destinato ad essere presto superato in occasione dell’assegnazione delle 3/4 licenze 3G che il Governo intenderebbe rilasciare nel prossimo autunno; la realizzazione della Rete Cinese di 3G richiederà nei prossimi 3 anni investimenti per 18 miliardi di dollari” commenta E. Delia ( http://www.assolaw.com/ ).

Nell’ambito degli scambi commerciali, l’UE si è collocata (gennaio 2006) come primo Partner commerciale della CINA con un volume di import-export vicino ai 19 miliardi di dollari. Seguono USA, Giappone.


Dr. Ermanno Delia
Board ASSOLaw®
Associated Firms for International Law®
China-Italy-India-Mexico-Argentina-Paraguay-Australia-Turkey-Romania
Serbia-Slovenia-Czech Rep.-Russia-Estonia-Belorus-Latvia-Lithuania
http://www.assolaw.com/
Via Turazza 48
35128 Padova, Italy
tel: +39 334 3219574
fax +39 049 8079406
delia@assolaw.com
Delia's press release
Skype address: ASSOLAWDE


Office in Shanghai
30FI./01 Summit Centre N° 1088 Yan An Xi Road
200052 Shanghai Popular Republic of China
fax: +86.21.62405204
http://www.assolaw.com/

TRENTO - La Provincia Autonoma di Trento e la Provincia di Belluno studiano come cooperare nelle Alpi.Incontro del 16 e del 17 febbraio a Belluno

Trento, 15 febbraio 2006

Apriranno i lavori l’assessore alla programmazione della Provincia
autonoma di Trento e il presidente della Provincia di Belluno
CONVEGNO DOMANI A BELLUNO SULLA COOPERAZIONE
TERRITORIALE NEL QUADRO EUROPEO

(m.p.) – “Sfide, necessità e opportunità della cooperazione territoriale nelle Alpi”; questo il tema del convegno che si terrà domani e dopodomani a Belluno. Lo scopo è di fare una riflessione sulle esperienze passate e presenti di cooperazione territoriale all’interno dei programmi europei Interreg nell’ambito alpino, e di discutere sulle nuove opportunità e necessità di cooperazione nel 2007-2013 nonché su come consolidare gli obiettivi di cooperazione territoriale (transfrontalieri e transnazionali) dell’Unione Europea e della Convenzione delle Alpi.
Apriranno i lavori domani pomeriggio al Centro Congressi ITI – giovedì 16 febbraio - alle ore 14 il presidente della Provincia di Belluno e l’assessore alla programmazione, ricerca e innovazione della Provincia autonoma di Trento.

Carmine Granato - Padova - Carminegranato@hotmail.com

TRENTO - La Provincia Autonoma spiega la legge urbanistica a Sindaci, professionisti e cittadini. Intervento di Leonardo Bernard

Trento, 15 febbraio 2006

Nella sede del C11 l’incontro dell’assessore provinciale all’urbanistica con i sindaci ed i professionisti
A POZZA DI FASSA IL TERZO INCONTRO SULLA LEGGE 16/2005
“L’IMPUGNATIVA DEL GOVERNO NON LA METTE IN DISCUSSIONE”

(c.z.) – L’impugnativa da parte del Governo di un comma della nuova legge 16/2005 in materia di perequazione urbanistica, politica della casa e disciplina della residenza? “Siamo lieti che questo sia l’unico rilievo che ci è stato mosso. Ciò significa che sulle questioni di sostanza che caratterizzano questa legge, vale a dire le case per vacanze, il meccanismo della perequazione e dei crediti edilizi, che realmente qualificano la legge, lo Stato non ha avuto niente da ridire”. È quanto, nel merito della vicenda, l’assessore provinciale all’urbanistica e ambiente ha ripetuto ieri anche agli amministratori e tecnici comunali della Valle di Fassa, convenuti alla sede del Comprensorio, a Pozza di Fassa, per il terzo incontro che l’assessore provinciale all’urbanistica ed i suoi funzionari stanno effettuando nelle valli trentine per “spiegare” la legge, le modalità applicative ed i suoi effetti concreti.

Durante l’incontro – aperto dal presidente del C11 Leonardo Bernard – si è parlato con i sindaci, i tecnici comunali ed i professionisti anche di quanto la legge prevede a proposito delle “seconde case”, e si è chiarito, ancora una volta, che il “tetto” massimo che i Comuni dovranno indicare nelle future varianti ai piani regolatori generali riguarda solo le nuove costruzioni e che nel computo degli alloggi per vacanze non rientrano quelli già attualmente destinati a tale scopo.
Tra i compiti prioritari della Giunta provinciale, relativamente a questa materia, c’è la fornitura di criteri e dati di base per il dimensionamento dei piani generali e delle loro varianti. Spetta ai Comuni procedere al dimensionamento, facendo eventualmente uso di dati più aggiornati ed approfonditi.
Anche ai sindaci della Valle di Fassa l’assessore all’urbanistica ha ribadito la disponibilità della Provincia a supportare l’impegno degli uffici tecnici relativamente alla necessità di predisporre le varianti ai piani regolatori generali richieste dall’applicazione della legge. A tale scopo è stato costituito un apposito gruppo di supporto tecnico, una “taske force” formata da alcuni funzionari dell’Assessorato all’urbanistica e ambiente.

Carmine Granato - Padova - carminegranato@hotmail.com

martedì, febbraio 14, 2006

E' nato Marketing Journal

Milano - Da lunedì 13 febbraio il Marketing Journal, sul web da sette mesi, diventa ufficialmente un quotidiano on line, rivolto prevalentemente ai manager della comunicazione e del marketing.


I numeri ne hanno decretato il successo: ben 20mila lettori-manager, come media giornaliera, (con punte di 24mila il lunedì e il martedì) e i numeri tendono a crescere settimana dopo settimana.

Marketing Journal, all’indirizzo http://www.marketingjournal.it/, è un quotidiano di marketing, comunicazione, editoria ed economia, promosso e patrocinato dal Club del Marketing e della Comunicazione.*

E’ un giornale pratico, consultabile rapidamente e soprattutto utile. E’ figlio delle nuove tecnologie, parla, ascolta e riporta alla classe dirigente contemporanea e futura. Seleziona notizie con particolare riferimento ai nuovi trend ed agli scenari internazionali, comunica e informa in modo diretto, efficace e sintetico, favorisce una lettura veloce ma al tempo stesso completa e puntuale, senza inutili prolissità, con conseguente risparmio di tempo, risorsa vitale per ogni manager.

Gli articoli, brevi, sono scanditi in sezioni e in rubriche ben definite, volte a creare spunti di riflessione, a captare le tendenze e le mode che nascono e quelle che si affermano, a segnalare nuovi orizzonti fra i mercati, a diffondere una cultura di marketing e di comunicazione indicando tecniche e strategie alternative e non convenzionali, a scoprire prodotti e servizi innovativi, a segnalare gli eventi più significativi del settore.

I contenuti si alternano tra inchieste sulle tendenze di mercato, interviste ai protagonisti italiani ed internazionali del settore, ricerche o sondaggi socio-economici, profili di manager ed imprese, focus sulle evoluzioni del marketing e della comunicazione in tutte le loro declinazioni e tipologie, studi psicologici e sociologici sugli stili di vita e comportamenti d’acquisto, recensioni di riviste e libri specializzati, reportage di case-history significativi, servizi di approfondimento con il parere degli esperti.

Si tratta di una iniziativa che riscuote ogni giorno crescenti consensi” – sottolinea Danilo Arlenghi, presidente del Club del Marketing e della Comunicazione – “il nostro pubblico è composto sia da lettori maschili sia femminili, tutti professionisti, dirigenti d’aziende o di agenzie, imprenditori, consulenti, docenti, giornalisti ed addetti ai lavori. Il Marketing Journal è il loro strumento. E’ un giornale che parla e ascolta, una nuova voce nel panorama dell’informazione, sempre preferibile al silenzio, poiché genera conoscenza e cultura”.

*Il Club del Marketing e della Comunicazione, nato a Milano otto anni fa, da una idea di Danilo Arlenghi, attuale Presidente Nazionale e fondatore insieme ad altri 50 manager, è una libera associazione apolitica e asindacale, che annovera più di settemila consulenti, docenti, professionisti e manager del comparto Marketing e Comunicazione di agenzie ed aziende italiane o internazionali.

Il Club è senza dubbio il più grande network relazionale italiano del settore con 12 sedi su tutto il territorio nazionale rappresentanti di tutte le regioni. Ha per mission connecting-manager e il principio ispiratore è “agire è bene, interagire è meglio!” http://www.clubdelmarketingedellacomunicazione.com/info@clubdelmarketingedellacomunicazione.com
tel./fax 02/2610052

Per invio comunicati:
http://www.marketingjournal.it/- e-mail: redazione@marketingjournal.it
tel./fax 02/2610052


Per informazioni:
Resp. Ufficio Stampa Club del Marketing e della Comunicazione
Soemia Sibillo e-mail: ufficiostampa@clubdelmarketingedellacomunicazione.com -
cell. 349.6019885

Ambienteinclub: CONFERITO ALL’ON. PAOLO RUSSO IL RICONOSCIMENTO "AMICO DELL’AMBIENTE"

A consegnare la targa con l’originale “encomio” al Presidente della Commissione Bicamerale d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti ed attività illecite ad esso connesse è stata l’Associazione Ambiente in club nel corso della manifestazione “Il Binario”. Nell’occasione è stato premiato anche il Comandante del Comando Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente Generale di Brigata Raffaele Vacca.

Lo scorso mercoledì 8 febbraio è partito da Napoli il treno storico de “Il Binario, in viaggio nel territorio”, un’iniziativa di sensibilizzazione ambientale rivolta ad oltre 5.000 studenti campani, organizzata dalle Associazioni Ambiente in Club e Sorella natura, che hanno fuso i loro sforzi per dare vita ad un percorso che darà vita a laboratori e mostre, sino al 19 febbraio, di paese in paese. Tra le tappe previste: Nola, Marigliano, Cicciano.

Nell’ambito della campagna è avvenuta la simpatica premiazione dell’On. Paolo Russo e del Generale dei Carabinieri Raffaele Vacca che hanno ricevuto la targa di “Amico dell’Ambiente. Se l’ambiente chiama, rispondo presente!”

L’associazione Ambiente in Club – ha ricordato Daniele Baronio, Presidente di Ambiente in Club, nel consegnare il riconoscimento - ha come punto fondamentale alla base della sua stessa ragion d’essere, l’amicizia verso tutto ciò che è ambiente. Questo riconoscimento vuole mettere in rilievo le realtà istituzionali, i soggetti pubblici e privati, le personalità e le persone che dedicano una particolare attenzione e cura verso le iniziative volte alla promozione dell’ambiente”.

E, infatti, il Presidente della Commissione Bicamerale d’inchiesta sul Ciclo dei Rifiuti ed attività illecite ad esso connesse non è la prima volta che risponde positivamente alle sollecitazioni di Ambiente in Club. Di rilievo per esempio è stata la sua adesione, nel corso della fiera Ecomondo 2005, al suggerimento lanciato dall’Associazione di uniformare in tutti i Comuni d’Italia i colori dei cassonetti utilizzati per le raccolte differenziate.

Una proposta di “straordinaria pericolosa normalità, perché rispetto alla questione dei rifiuti ci si aspetta sempre delle soluzioni funamboliche. – ha affermato in quell’occasione l’On. Russo - Unificare, con delle linee guida, il colore dei cassonetti è un’idea immediata, semplice, diretta, che non costa, fa risparmiare. Il cittadino che va in vacanza o semplicemente si sposta sul territorio nazionale, sarà attratto, andrà in ricerca dei propri colori che troverà riconoscibili in ogni Comune d’Italia, indipendentemente dalle differenti metodologie adottate che devono necessariamente rispettare le specificità territoriali. Ecco cosa intendo per “federalismo intelligente”.

Chi è Ambiente in Club
L’Associazione Ambiente in Club nasce nel 2004 dall’idea di un gruppo di amici che da diversi anni hanno operato con la loro professionalità nel campo ambientale e che desiderano cogliere e proporre occasioni di incontro con altri amici che condividono gli stessi impegni e le stesse passioni per l’ambiente.

Ambiente in Club è dunque una “proposta” che vuole parlare di ambiente, vuole ascoltare chi parla di ambiente, vuole confrontarsi con chi ha idee e proposte per l’ambiente.
Da qui parte l’iniziativa di base di creare un sito internet www.ambienteinclub.org dedicato principalmente ad un forum nel quale ci sia un libero confronto, un dialogo aperto e costante ed un costruttivo scambio di idee e proposte sulle più varie tematiche ambientali, nonché un ambito da dedicare allo svago attraverso l’umorismo legato ed ispirato all’ambiente. A tutto ciò Ambiente in Club si pone il costante obiettivo di aggiungere periodiche proposte che riuniscano tutti quelli che hanno interesse ed hanno a cuore l’ambiente, creando momenti di incontro, dibattito, svago e iniziative a sfondo benefico.

Ambiente in Club è una realtà giovane che già vanta alcune iniziative di rilievo in ambito ambientale, con proposte culturali, riflessioni e dibattiti economico-sociali e attraverso iniziative di carattere ricreativo con finalità a favore di iniziative di solidarietà. Tra le iniziative realizzate segnaliamo:

2004 Serata di beneficenza in occasione della manifestazione Ecomondo 2004 a Rimini per la presentazione nazionale dell’associazione (5 novembre). Parte dell’incasso raccolto è stato devoluto all’Istituto Gaslini.

2005 World Environment Day in Italia
. Con il patrocinio della Commissione Bicamerale d’inchiesta sul Ciclo dei Rifiuti, il CONAI, Loacker e Assoplast Srl e in collaborazione con il Parco Adda Nord e il Comune di Trezzo sull’Adda (MI), è stata organizzata una serie di iniziative, eventi e manifestazioni (4 e 5 giugno) per celebrare la giornata mondiale dell’Ambiente.

Ecomondo 2005 (26-29 ottobre). L’associazione, presente con un desk alla principale kermesse ambientale in Italia, ha organizzato un convegno ed un workshop che sono stati inseriti nel programma tecnico e scientifico della manifestazione. È stata altresì realizzata una serata di festa a scopo benefico.

2006 “Il Binario: in viaggio nel territorio”: Prima edizione di una manifestazione che intende annualmente portare e promuovere in varie località nazionali, le iniziative a favore dell’ambiente che vengono periodicamente proposte e realizzate dagli enti ed istituzioni sia per i cittadini che per le scolaresche. L’iniziativa ideata e promossa dall’Associazione Ambiente in Club in partnership con l’Associazione “Sorella Natura”


Per informazioni:
Associazione Ambiente in Club
Web site: http://www.ambienteinclub.org/
e-mail: http://info@ambienteinclub.org/

TRENTO - Ambasciata di Finlandia, Provincia autonoma e Comune di Trento a convegno sulle Scuole di MusIca. Sabato 18 febbraio concerto al S.Chiara

Trento, 14 febbraio 2006

Domenica prossima, promosso da Provincia autonoma e Comune di Trento con il patrocinio dell’Ambasciata finlandese a Roma
LE SCUOLE MUSICALI TRENTINE GUARDANO AL FUTURO
CONVEGNO E WORKSHOP AL CASTELLO DEL BUONCONSIGLIO
La presentazione del “Dossier 2005” e del rivoluzionario sistema d’apprendimento Figurenotes. Sabato sera al S.Chiara un concerto della Resonaari Band di Helsinki

(c.z.) – Il prossimo fine settimana, sabato 18 e domenica 19 febbraio 2006, avrà come protagoniste le Scuole musicali trentine in una articolata serie di eventi, di produzione e di riflessione, destinati ad illustrarne l’attività. Promotori ne sono la Provincia autonoma di Trento ed il Comune di Trento in collaborazione con l’Ambasciata di Finlandia a Roma. L’appuntamento, che sarà aperto sabato sera da un concerto all’Auditorium Santa Chiara, si svilupperà in due momenti: un convegno, nella giornata di domenica, alla Sala delle Marangonerie del Castello del Buonconsiglio, ed un worshop, al pomeriggio, presso la Scuola musicale Il Diapason (Via Manzoni, 6 – Trento).

Le motivazioni principali che hanno ispirato la realizzazione dell’evento sono state illustrate stamane, nel corso di una conferenza stampa, dall’assessore alla cultura della Provincia autonoma di Trento, dal direttore della Scuola musicale “Jan Novak”, Marco Bruschetti, dalla direttrice del progetto Figurenotes, Gabriella Ferrari, e da Annely Zeni, direttrice della Scuola musicale delle Giudicarie.
Momento centrale del convegno di domenica – intitolato “Dossier 2005 – Scuole musicali trentine” ed al quale interverrà, in apertura, anche l’assessore provinciale all’istruzione - è la presentazione da parte del Servizio Attività culturali della Provinvcia di un dossier aggiornato al 2005 che raccoglie i dati materiali relativi alle Scuole musicali trentine, offrendo nel contempo spunti alla riflessione sul ruolo e la funzione di principali enti formatori per l’educazione musicale di base (relatori Pierangelo Santini del Servizio Attività culturali, e Marco Bruschetti direttore della Scuola musicale Jan Novak di Villalagarina).
A corredo dei dati, le voci e le esperienze dirette dei protagonisti raccolte in un video che mostra la parte “spettacolare” dell’attività didattica svolta con gli allievi.
L’illustrazione anche di quel ramo di attività delle scuole musicali che esula dal contesto stretto dell’offerta didattica direttamente finanziata dalla Provincia autonoma di Trento è il terzo tema del convegno: “Oltre gli Orientamenti: le scuole per il territorio”, argomento che sarà sviluppato in alcuni capitoli.
I rapporti con il territorio (relatore Annely Zeni, direttore della Scuola musicale delle Giudicarie). Sempre più le scuole musicali fungono anche da agenzie di riferimento per i rispettivi territori.
Il progetto bande. Da quattro anni le scuole musicali sono titolari dei corsi di formazione bandistica per la Provincia di Trento, in convenzione con la Federazione dei corpi bandistici. Una collaborazione la cui efficacia sarà illustrata da Ezio Vinante, direttore della Scuola Musicale di Tesero.
Il progetto scuole pubbliche. La sussidiarietà delle scuole musicali rispetto all’istruzione pubblica viene confermata anche nelle collaborazioni strette dalle varie scuole con le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

Ulteriori informazioni. scuola.musicagiudicarie@tin.it
Gabriella Ferrari gabriferra@cr-surfing.net 339/4004225

Carmine Granato - Padova - carminegranato@hotmail.com

TRENTO - L'Urbanistica fa discutere. Replica dell'Assessore al quotidiano "Il Trentino" sulle seconde case

Trento, 14 febbraio 2006

Precisazione dell’assessore provinciale all’urbanistica in merito
ad una notizia pubblicata oggi sul quotidiano “Il Trentino”
SECONDE CASE: L’IMPUGNATIVA DEL GOVERNO RISALE A DICEMBRE ED È RELATIVA AD UN COMMA MARGINALE DELLA LEGGE

(m.p.) – Non è una mazzata per la Giunta provinciale, come scritto oggi sul quotidiano “Il Trentino”, l’impugnativa da parte del Governo di un comma della nuova legge in materia di residenze per il tempo libero e le vacanze (cosiddetta “sulle seconde case”), il cui impianto anzi non viene minimamente toccato. Né la legge è sospesa, ma anzi rimane in vigore mantenendo tutta la sua efficacia; fanno fede in questo senso le delibere attuative del 30 dicembre scorso, mentre proprio in questi giorni l’assessore sta girando i Comuni del Trentino per accompagnarli in questo processo ed in particolare per aiutarli ad adottare le varianti ai piani regolatori.
Lo precisa l’assessore provinciale all’urbanistica e ambiente, che fornisce al riguardo i seguenti elementi di valutazione. In primo luogo, va detto che l’impugnativa non è di oggi, ma del 22 dicembre scorso; quindi non rappresenta una novità, né peraltro ha riguardato solo il Trentino. Soprattutto, però, essa non pregiudica l’impianto della legge, poiché riguarda un comma del tutto secondario, che non ha a che fare con i parcheggi o con le case per le vacanze, ma con un meccanismo di compensazione alternativo all’esproprio per la realizzazione di opere pubbliche. “Tra l’altro – spiega l’assessore – questo comma lo abbiamo mutuato da un disegno di legge del Governo, il 3519 del giugno 2005. Il comma prevede che se si rende necessario espropriare un privato per realizzare un’opera pubblica, l’amministrazione possa chiedere al soggetto in questione di realizzare esso stesso l’opera. Va da sé che se l’importo supera il tetto fissato dalle norme comunitarie si procederà normalmente con una gara d’appalto.”
L’assessore all’urbanistica esprime infine una ulteriore valutazione, di carattere più generale. “In verità - sottolinea – siamo lieti che questo sia l’unico rilievo che ci è stato mosso. Ciò significa che sulle questioni di sostanza che caratterizzano questa legge, per noi molto importante e innovativa, lo Stato non ha avuto niente da ridire. Parlo ovviamente delle case per vacanze, del meccanismo della perequazione, dei crediti edilizi, insomma delle cose che realmente qualificano la nuova legge provinciale”.

Carmine Granato - Padova - carminegranato@hotmail.com

TRENTO- Il MART esporrà a Pechino e a Canton in occasione dell'Anno dell'Italia in Cina. Visita di una delegazione cinese a Trento

Trento, 14 febbraio 2006

Visita in Trentino di una delegazione cinese in preparazione della grande rassegna
UNA NOVANTINA LE OPERE D’ARTE DEL MART CHE RAPPRESENTERANNO IL ‘900 ITALIANO A ITALIA CINA 2006

(c.z.) – Saranno una novantina le opere d’arte che il MART esporrà il prossimo autunno in due importanti musei di Pechino e Canton in occasione dell’Anno dell’Italia in Cina. Opere che fanno parte della prestigiosa Collezione Giovanardi ed altre che ben rappresentano l’intero Novecento italiano e che al Museo nazionale d’arte moderna Namoc di Pechino, dal 7 settembre all’11 ottobre, ed al Guangdong Museum of Art di Canton dal 25 ottobre al 10 dicembre prossimi, potranno contare su un vasto (oltre 600 metri quadrati in ognuno dei due musei) spazio espositivo. Per mettere a punto il doppio allestimento è giunta in questi giorni in Trentino una delegazione cinese che, dopo una visita, ieri, al MART di Rovereto dove è stata accolta dalla direttrice Gabriella Belli, si è incontrata oggi pomeriggio in Provincia con l’assessore provinciale alla cultura. La delegazione era guidata dal professor Shulin, vicedirettore del Namoc di Pechino.

Ad annunciare il 2006 quale Anno dell’Italia in Cina fu, in occasione della sua visita di stato del dicembre 2004, il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. Su Italia e Cina 2006 i ministri degli Esteri italiano e cinese hanno firmato un memorandum d’intesa, prevedendo una rassegna eminentemente, ma non soltanto, di natura culturale. Nel memorandum si citano le arti visive, storia, scienza e tecnologia, artigianato artistico, danza, teatro, musica, cinema, fotografia, moda, sport, tradizioni popolari e festival, seminari e simposi, festival culinari e altre manifestazioni.
Sarà, insomma, una grande vetrina della creatività, cultura e arte italiane, una straordinaria opportunità per promuovere il made in Italy – ed anche la nostra provincia - e per attrarre flussi turistici e investimenti. Italia in Cina 2006 dovrà proporre e armonizzare gli infiniti volti del nostro Paese, suscitare emozioni, fondere economia e cultura, proiettare l’immagine di una civiltà millenaria lanciata nel futuro.
Fra gli eventi d’arte anche la doppia mostra del MART a Pechino e Canton. Un evento che darà modo al Museo d’arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto di rappresentare al pubblico cinese, attraverso le proprie opere, il ruolo dell’arte moderna e contemporanea in Italia, rendendo con ciò evidente la stessa “mission” del MART.
In deposito al MART dal 1997, la Collezione Giovanardi rappresenta magnificamente il ‘900 italiano: tra i capolavori che saranno inviati in Cina vi è un nucleo davvero eccezionale, per numero e qualità, di nature morte di Morandi, tra cui una delle rarissime tele futuriste dipinta nel 1914, le possenti e arcaiche figure di Campigli, un ciclo di marine novecentiste di Carrà, alcuni dei più famosi paesaggi parigini di De Pisis, una decina di rare composizioni astratte di Osvaldo Vicini.
La Provincia autonoma di Trento sosterrà, con 160.000 euro, i costi relativi al trasporto delle opere in Cina e dei premi assicurativi. A Pechino e Canton l’allestimento delle mostre sarà curato direttamente dal MART.
Carmine Granato - Padova - carminegranato@hotmail.com


Powered by Blogger





Fornitore di informazione per Infocity












ItaliaPuntoNet - La tua pagina iniziale








Segnalato da gratisEgratis.it




Extra Gratis












www.Gratuito.st - Risorse gratuite, Directory, Shopping, Webmaster, Pubblicità al tuo sito, e tanti servizi gratis!




Motore di ricerca



::HackerExpert.Com::