Luned́, 18 dicembre 2017      

 


Home > Pensieri e Parole dei Soci

FARE MARKETING ONLINE INDIVIDUANDO L'UTENTE-TIPO DI UN WEB SITE - di Marco Mancinelli

Marco Mancinelli
Mkt Comm. Specialist Redattore editoriale
Tel. 338/8552088
marco.mancinelli@email.it

 

 


Domanda: chi è l'utente-tipo di un web site o di un determinato portale? Questo è il quesito che sempre più spesso sono chiamati a porsi i responsabili delle companies che investono sul web, offrendo informazioni on line dedicate ad uno o più settori specifici: turismo, marketing, economia, cultura, sport, montagna, musica, spettacoli, arte e via dicendo. Perché? Perché nel momento in cui vengono individuate oltre alle specifiche preferenze anche le caratteristiche socio-economiche e culturali dei segmenti dell'utenza che approda ad un determinato web site, i contenuti di quest'ultimo possono essere efficacemente strutturati e modulati in modo da meglio rispondere alle richieste (implicite ed esplicite) provenienti dall'utenza stessa (acquisita e potenziale). In questo modo, si possono tracciare alcune guide-lines mirate non soltanto ad arricchire il web site, ma anche a ristrutturarlo efficacemente (dunque, target oriented). Il metodo più idoneo diretto a conoscere i navigatori di un determinato web site si basa sulla somministrazione di un apposito questionario on line (inserito in modo chiaro nelle pagine del sito, anche se è maggiormente consigliabile optare per un link posizionato nella home page) e off line (inviato alla mailing list iscritta di utenti già iscritti al sito).
Il questionario deve essere preposto ad individuare:

(A) il profilo degli utenti (sesso, età, titolo di studio, occupazione);
(B) le abitudini di navigazione Internet degli utenti;
(C) le preferenze relative alle tipologie di tematiche in base alle quali gli utenti navigano in Internet;
(D) le preferenze relative ai contenuti già on line e relativi al sito web;
(E) l'efficacia ed il livello di gradimento riferiti sia alla struttura grafica che alle iniziative di interattività già in essere;
(F) i bisogni inespressi ed i desideri latenti degli utenti;
(G) le aree di miglioramento.

In sostanza, si trata di realizzare una vera e propria ricerca marketing finalizzata al sapere cosa gli utenti pensano del nostro sito (o portale) e, soprattutto, al verificare cosa gli utenti vorrebbero di nuovo o in più a livello di contenuti. E' un errore limitarsi a chiedere agli utenti un giudizio: occorre individuare, con domande ad hoc, le nuove esigenze e le nuove aspettative dei surfers. Un sito o un portale che non si sintonizza, a livello contenutistico, con i suoi utenti è semplicemente destinato ad una diminuzione graduale del livello delle visite (ogni marketer degno di questo nome sa bene quanto sia importante quest'ultimo fattore al fine, per esempio, di vendere gli spazi pubblicitari - banners ed altre soluzioni di promotion on line - agli inserzionisti). Il questionario da sottoporre ai propri navigatori deve contenere domande chiare e mirate; la compilazione da parte dell'utente non deve assolutamente richiedere tempi lunghi e deve essere ben specificato che tale iniziativa è diretta soltanto a reperire informazioni atte a rendere più interessante il proprio web site. Spesso, per incentivare gli users a compilare il questionario, vengono messi in palio alcuni premi: si tratta di una soluzione semplice, non particolarmente impegnativa sotto il profilo economico per la company proprietaria del sito e, inoltre, funzionale sul versante della fidelizzazione dell'utenza. Sondare le caratteristiche dei propri users è un aspetto assolutamente centrale ed un'operazione strettamente strategica sotto il profilo marketing: consente di individuare la strada da percorrere per essere seguiti e per non finire nel famigerato dimenticatoio virtuale verso il quale sono approdate tante meteore che hanno attraversato l'affollato universo dela Grande Rete.

 

 

HOME