Domenica, 22 ottobre 2017      

 


Home > Pensieri e Parole dei Soci

I BUONI CONSIGLI DI UN SEO PER I REGALI DI NATALE - di Fabio dell'Orto

Fabio Dell'Orto
Edp Manager Giuseppe Bianchi spa
Tel. 333 2205868
ced@cbianchi.it


Questi sono gli ultimissimi giorni a disposizione di chi fa e-commerce per affinare le proprie strategie in vista dell'ormai prossimo Natale .
Anche quest'anno, non ci sono dubbi, assisteremo ad un ulteriore crescita dei fatturati rispetto all'anno precedente, il tutto perfettamente il linea con il tranding degli ultimi anni.
Fin dal 1999 infatti assistiamo ad una crescita costante delle vendite; le due settimane tradizionalmente più importanti sono a partire dall'8 dicembre per arrivare all'incirca fino  al 20 dicembre.
Tra i migliori consigli che noi seo possiamo dare ai nostri clienti titolari di e-commerce in questo periodo che precede l'impetuoso momento delle vendite natalizie, ci sono a mio parere alcuni suggerimenti molto importanti.

Il consulente seo dovrebbe dare delle previsioni riguardanti le possibili vendite; da molto tempo sono il seo  di un e-commerce con un elevato giro d'affari, negli ultimi anni ho sempre cercato di seguire attentamente le statistiche riguardanti gli accessi al sito dalla metà di ottobre alla metà del mese successivo. Un incremento sensibile degli accessi in questo periodo, per esperienza, si è sempre tradotto in una altresì importante crescita del fatturato.

I navigatori prima di decidere cosa e dove acquistare i loro regali di Natale "girovagano" per la rete alla ricerca di idee regalo e di e-commerce dove poterli acquistare al miglior prezzo.

Evince da quanto scritto poco sopra quanto sia importanza verificare se ci sono apparenti interessi ai siti dei nostri clienti e per quali keywords, queste informazioni potrebbe aiutare i venditori negli approvvigionamenti dei prodotti; inoltre per queste stesse keywords diventerà altresì estremamente importante invitare i venditori a scrivere e partecipare attivamente a siti di comparazione prezzi , dove molti navigatori faranno tappa alla ricerca di informazioni e dei migliori prezzi.

Non sempre un prezzo inferiore significa convenienza, non tutti i navigatori lo sanno mentre i venditori lo sanno molto bene, a volte mi capita di fare tappa su un noto sito di aste online di fama mondiale e trovare prodotti di marca, oggetto di desiderio di molti, ad un prezzo di vendita inferiore di quello pagato al loro fornitore dai negozianti stessi.

Consigliamo i nostri clienti di mettere in chiaro questo punto, partecipando a discussioni sui siti citati sopra ma non solo.

Invitiamoli a fare, cominciando fin dall'autunno delle campagne SEM, utilizzando strumenti come per esempio google adwords , al fine di portare potenziali clienti targhetizzati su landing page oppure landing site , dove mettere in chiaro garanzie e motivazioni per cui i prodotti in vendita (soprattutto quelli di largo consumo), sono venduti con dei prezzi solo in appararenza meno competitivi. Il navigatore non sempre è a conoscienza di problematiche commerciali quali per esempio: i prezzi imposti dalla casa madre e molto spesso tende a trascurare altri fattori importantissimi come la garanzia, deve essere fatto loro presente che solamente un concessionario certificato può vendere un prodotto soggetto a garanzia, spieghiamolo ai nostri clienti venditori.

Per minimizzare i costi di queste campagne d'informazione consigliamo il venditore di attivarle solo e soprattutto in particolari aree geografiche dove il prodotto è maggiormente ricercato, con google adwords oggi è possibile farlo, mentre per sapere quali sono le zone possiamo utilizzare Google trends .

Consigliamo i nostri venditori, titolari di ecommerce a non sottovalutare un "nuovo" strumento che potrebbe aiutarli: i video . Convinciamoli a realizzare un breve filmato da caricare su you tube oppure google video , con il quale presentarsi, e per dare un volto umano alla loro attività e con il quale promuovere e spiegare la propria filosofia di vendita; se il nostro cliente è concessionario ufficiale di una azienda non potrà mai sostenere la concorenza dei venditor privati che operano sui siti di aste on line, in quanto sarà obbligato ad applicare dei prezzi imposti, aiutiamolo a difendere la sua reputazione e a promuovere la sua attività con questi "nuovi" strumenti.

Invitiamo i nostri clienti se ancora non hanno un servizio di spedizione dei regali di Natale ad altri indirizzi di attivarlo al più presto; seguiamo attentamente le campagne pubblicitarie fatte sui media dai fornitori di beni di largo consumo, se tra i nostri clienti ci sono degli e-commerce che vendono queste categorie di prodotti, invitiamoli a fare degli articoli in cui promuoverli (i sistemi sono sempre i soliti: pagine contestualizzate interne al sito, comunicati stampa, article marketing ) ; oltre alle normali categorie di prodotto, è bene organizzare una sezione di "idee regalo" con gli articoli più originali e di punta. A questa sezione deve essere presente un richiamo in home page; consigliamo i venditori di fare una whishes list , dando la possibilità agli utenti registrati di creare delle proprie liste regalo, con una funzionalità di invio in email della lista ad amici e parenti.

Creiamo insieme con i vendotori un semplice questionario con il quale aiutare il cliente a scegliere il giusto prodotto; offriamo la possibilità al navigatore di acquistare e donare dei buoni regalo; consigliamo al venditore di mettere in rilievo numero di telefono e tutti gli strumenti necessari per mettersi in contatto con il customer care dell'ecommerce, che dovrà essere estremamente preparato ed efficente.

Spingiamo  i venditori ad offrire degli incentivi, uno sconto sul prossimo acquisto, le spese di spedizione gratuite sono solo due delle tante cose che potremmo consigliare, non dimentichiamoci degli iscritti alla newsletter, sono utenti che conoscono bene l'ecommerce e i suoi servizi, essi potrebbero acquistare con più spontaneità !

HOME