Mercoledý, 23 agosto 2017      

 


Home > Pensieri e Parole dei Soci

COMUNICAZIONE : LA CARTA VINCENTE! - di Luca Clemente

Luca Clemente
Free lance journalist
348/0004003
lucaclemente@fastwebnet.it


Comunicare! Dietro ad una semplice parola si nascondono una moltitudine di significati diversi tra loro; basta variare il termine a cui si accompagna ed immediatamente mutano ambiti, profondità ed importanza di questa, che è da considerarsi a tutti gli effetti un'arte.

Come ogni arte che si rispetti, anche la comunicazione, nel tempo subisce delle modifiche, segue delle correnti, asseconda le esigenze di chi la utilizza ed usa gli strumenti più idonei al conseguimento dell'obiettivo perseguito. Elasticità, duttilità, flessibilità, sono alcune tra le peculiarità che se presenti in un piano di comunicazione sono in grado di rafforzare e soprattutto di rendere distintiva l'immagine di un impresa.

La comunicazione è la leva strategica forse più importante per un azienda di produzione, infatti ormai viviamo in un epoca in cui difficilmente la differenza tra occupare una quota di mercato rispettabile ed essere riconosciuti come impresa leader del segmento di mercato di riferimento viene sancita dalle caratteristiche merceologiche. Nel XXI sec., vende e produce profitti chi riesce a dare una immagine attrattiva del proprio prodotto; l'obiettivo è radicare nella mente dei fruitori che ciò che produciamo è migliore di quanto proposto dal restante panorama industriale soprattutto perché soddisfa delle esigenze lasciate scoperte dagli altri, esigenze imprescindibili per un consumatore razionale. Se si riesce in questo proposito, tutt'altro che semplice, si raggiunge un duplice risultato: fidelizzare la clientela e far accettare una politica di premium-price , che altrimenti, ci porterebbe alla graduale uscita dal mercato.

Dobbiamo quindi concentrarci sulle emozioni che un prodotto suscita in chi lo acquista e non nella mera esigenza di soddisfazione del bisogno che ha portato all'acquisto. Questo è stato il passaggio principale che ha guidato l'evoluzione della comunicazione e chi, per primo ha capito che l'importanza della componente "psicologica" soverchiava quella della componente "fisiologica", ha acquisito, previa una efficace ed efficiente modifica strutturale delle componenti comunicative, un vantaggio competitivo importante, spesso decisivo rispetto ai competitors negli obiettivi di fidelizzare prima la proprio quota di mercato e nell'aggredire poi quelle porzioni lasciate vuote dalla concorrenza.

In conclusione potremmo riassumere tutto in una frase: comunicare e' un esigenza di tutti, saper comunicare e' un talento da pochi!

 

HOME