Mercoledý, 28 giugno 2017      

 


Home > Pensieri e Parole dei Soci

CODICE A SBARRE: un brand destinato ad evadere - di Stefano Mastronicola

Stefano Mastronicola
Resp. Marketing Neamedia
tel. 346 2109589
marketing@neamedia.com


La creatività fortunatamente esiste anche dietro le sbarre di un carcere. La realtà non è solo oltre il muro di cinta ma anche dentro qualche cella fredda e un po' malinconica.
Per creare un nuovo marchio d'abbigliamento non occorre essere stilisti o aspiranti designer, ma c'è qualcosa in più che va oltre il semplice tessuto o il taglio di un particolare abito da sera. Dietro al marchio "Codice a Sbarre" si nasconde la voglia di evadere e di sussurrare, a tutti quelli che hanno la fortuna di poter guardare il cielo ogni volta che vogliono, solo tre parole: "noi siamo qui."

E quattro detenute del carcere Billiemme di Vercelli hanno domostrato di potercela fare e oggi, 30 Ottobre 2006, si è svolta la prima sfilata riscuotendo un enorme successo grazie anche alla presenza della televisione RAI.
La nuova linea parte da un'ironica reinterpretazione delle classiche divise da carcerato fino ad arrivare a capi casual diversi tra loro mescolando colori e fantasie.

Il posizionamento del marchio è ambizioso. Infatti si è puntato alla fascia medio-alta, con prezzi che oscillano fra i 110 e i 130 euro per una felpa piuttosto che per un pigiama.
Il prezzo elevato è dovuto alla bassa tiratura dei capi e soprattutto al valore sociale che il marchio vuole trasmettere al pubblico.

Sul sito ufficiale di Codice a Sbarre (www.cdsb.it) troverete tutte le informazioni disponibili, e un messaggio di speranza e incoraggiamento per tutti gli altri carcerati che tengono nel cassetto un progetto o un' idea da realizzare. Un'opportunità per tornare a sentirsi liberi.

<< Benvenuto in prigione. Sei finito dentro anche tu, giusto o sbagliato, torto o ragione, verità o menzogna. Uscire dalle proprie prigioni mentali non è un reato, è il primo dovere di chi si vuole definire libero. Libero di vedere, di parlare, di sentire. Libero di vivere. >>

.

HOME